Bio

 

 

Si è diplomato in Pianoforte e in Composizione presso i Conservatori di Foggia e Pescara. Eseguendo proprie composizioni, è vincitore con il 1° Premio assoluto e con il 1° Premio di 13 concorsi nazionali e internazionali, ottenendo altresì 6 secondi premi ed altri importanti riconoscimenti.

Come compositore e pianista, ha inciso 10 cd a suo nome e illustri maestri hanno scritto parole di elogio nei suoi confronti. Ennio Morricone, firmando le note di copertina al cd “Antonio Cocomazzi Project” (2008) così si esprime: “(…) eccellente lavoro, (…) originale nella “forma” e nella sostanza musicale”. Giorgio Gaslini introduce il cd “Suite for friends” (1997) con le seguenti parole: “la sua musica e il suo pianismo sono di eccellente livello”. Giovanni Sollima, a proposito del cd “Restart” (2018), inciso in Duo con Mario Marzi ai sax, così scrive: “un lavoro assai compatto (…) assai bella l’esecuzione (…) un racconto che viene voglia di riascoltare”.

Nel 2005 esce “Nonostante tutto“, un progetto di composizioni originali dedicate al sassofono realizzato sempre con Marzi e con altre formazioni e nel 2008 “Pensieri“, un album per pianoforte e quartetto d’archi (2008), pubblicato da RAI Com, utilizzato spesso come colonna sonora di documentari e docufilm RAI. “True colors” (2014), invece, racchiude brani incisi in Duo con il polistrumentista e compositore Pericle Odierna (Globo d’oro 2020) mentre Notturno” (2021) è il primo album come pianista solista ed è un’antologia di 17 sue composizioni reinterpretate al pianoforte. Nel 2022 viene pubblicato il “Requiem” nella versione per soli, coro e organo, composto in onore ed in memoria di Padre Pio.

Fra le sue numerose composizioni eseguite in Italia e all’estero (quasi 300 lavori che spaziano dalle composizioni per pianoforte solo al repertorio da camera e per coro e orchestra), sono da segnalare il già citato Requiem

nella versione originale per soli, coro orchestra, la Kinderoper “Piccoletto ovvero la storia del piccolo spazzacamino” (da una favola di Renato Rascel) per 7 voci soliste e orchestra e l’Opera lirica Ramleela eseguita nel dicembre 2014 a New Delhi (India), in un progetto di fusione tra opera lirica e musiche, danze e teatro indiano.

Numerose sue composizioni per pianoforte e per varie formazioni cameristiche (marimba/percussioni e piano, sax e piano, quartetto/quintetto d’archi e piano, sax e quintetto d’archi, ensemble di sassofoni, ecc.) sono state pubblicate da svariati editori oltre ad un “Breve Manuale di Armonia con guida sistematica alla realizzazione dei bassi” per lo studio dell’Armonia nei Conservatori.

Si esibisce in vari suoi progetti, dal piano solo a formazioni dal Duo in poi, promuovendo quello che è il suo poliedrico mondo sonoro, naturale fusione di sonorità classiche, jazzistiche ed etniche che, partendo da influenze accademiche, evolve in un personale linguaggio aperto anche all’improvvisazione e alla contaminazione.

Nella veste di compositore, pianista e/o arrangiatore ha scritto musiche per il Teatro, Musical e produzioni musicali e discografiche che spaziano dal genere classico al pop.

GiĂ  docente di “Teoria dell’Armonia e Analisi presso i Conservatori di Potenza, Palermo, Bari e Foggia, attualmente insegna presso il Conservatorio “S. Pietro a Majella” di Napoli.